Home arrow Torrentismo
Torrentismo Stampa E-mail
toboga_ver.jpgFino a poco tempo fa, il suo terreno di gioco, era rappresentato esclusivamente dalle forre in senso stretto. Esaurita la parte esplorativa di salti, pozze d'acqua ed alte pareti, il torrentismo si evolve in un ampliamento del proprio ambiente. Questa disciplina si estende ormai a ventaglio comprendendo anche quelle attività semiescursionistiche praticate in profondi valloni con qualche raro salto e in torrenti con marmitte, vasche e scivoli.
I nuovi itinerari sono anche alte cascate, in cui si segue la via dell'acqua, in colatoi che solcano pareti vertiginose, per questo il termine "canyon" appare persino un po' datato. Lasciando alle forre la giusta definizione di valli strette e profondamente incassate, logica vuole che una volta per tutte il torrentismo trovi una propria definizione. Potrebbe essere quella di "disciplina ludica che consiste nella discesa di gole, forre, cascate e torrenti di montagna che 
richiedono capacità natatorie e tecniche  di progressione su corda, per il superamento delle difficoltà". Il torrentismo comunque è in ulteriore ampliamento lasciando spazio ad emozionanti calate per qualsiasi immaginazione.

Testo tratto dal libro di Giuseppe Antonini, "Figlie dell'acqua e del tempo"

forra1.jpg forra2.jpg
le_vene_s57.jpg cus_tre.jpg
 omino_in_alto.jpguomini_in_pozza.jpg